Gallette di cannellini su purè di verza allo zenzero

united_kingdom_640

Click to translate

Questo è un piatto da lunedì.
Perché è semplice e pulito ma saziante, uno di quei piatti che vi aiuta a ripartire con calma ed energia dopo gli stravizi del fine settimana.
E perché è vegetariano, e quindi perfetto per il Meat Free Monday (o Meatless Monday), iniziativa lanciata nel 2003 e ormai diffusissima che prevede l’eliminazione della carne per (almeno) un giorno alla settimana. L’intento è dimostrare che basta davvero poco per cambiare le tendenze dell’industria alimentare, per ridurre lo spreco di risorse naturali e le emissioni di gas nell’atmosfera: secondo studi e ricerche della FAO, infatti, gli allevamenti intensivi sono tra le attività che incidono di più sui problemi ambientali e sui cambiamenti climatici.
Per non parlare dei benefici che un’alimentazione più ricca di legumi e vegetali apporterebbe alla nostra salute…e anche a quella degli animali!

Ecco quindi delle gallette, o burger, di fagioli cannellini, direttamente dalla Cucina Italiana di febbraio.
Lì erano accompagnati ad un involtino di peperoni e baccalà, ma io ho pensato di farla più semplice, anche perché i legumi contengono già una buone dose di proteine, che associate a quelle delle uova sono più che sufficienti per un pasto.

gallettecannellini2

Se vi interessa il settore “polpette vegetariane a base di legumi”, vi suggerisco anche le polpette di lenticchie, i burger di ceci e le polpettine di borlotti e ricotta.

GALLETTE DI CANNELLINI

Dose per circa 10 gallette:

  • 460 gr di fagioli cannellini lessati
  • 2 uova
  • 80 gr di pangrattato + un po’ per gratinare
  • 1 cipolla rossa
  • un rametto di rosmarino
  • sale, pepe e olio extravergine d’oliva

Per il purè:

  • mezzo cavolo verza
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • sale e pepe

gallettecannellini1

Affettate finemente la cipolla e fatela scaldare in un cucchiaio d’olio per 5-6 minuti.
Scolate i fagioli dal liquido di cottura (o di conserva, se scegliete quelli in scatola) e frullateli insieme alle uova, alla cipolla, al pangrattato e al rosmarino. Aggiustate di sale e pepe.
Fate riposare il composto in frigo un paio d’ore in modo che si compatti e si insaporisca.
Formate delle gallette del diametro di 10-12 cm e dello spessore di 1 cm, passatele nel pangrattato e disponetele 3 o 4 per volta in una padella antiaderente con un filo d’olio sul fondo.
Cuocetele coperte 3-4 minuti per lato, o finché non siano leggermente dorate.
Io ho deciso di presentarle con un semplice purè di cavolo verza e zenzero: basta lessare la verza in acqua salata, passarla al mixer e aggiungere zenzero, sale e pepe. Questo accostamento è molto delicato. Se preferite qualcosa di più saporito, dal momento che le stesse gallette non sono troppo caratterizzate, potete accompagnarle con della senape e un purè di barbabietole rosse.

26 risposte a "Gallette di cannellini su purè di verza allo zenzero"

  1. Queste ricette con legumi e verdure mi attirano molto perché spesso non ho voglia di cucinare carne e cerco alternative appetitose che non siano il solito ripiego manicheo sulla pasta. 🙂

  2. Sai quanto sia d’accordo su quello che hai scritto!
    Questo è un bellissimo piatto e un bellissimo esempio che si puó mangiare, almeno ogni tanto, bene senza consumare carne. Gli hamburger vegetali, poi, sono davvero buoni!
    Ma a proposito…non sei mica già venuta a Milano? La scorsa settimana sono stata presissima col lavoro e non ti ho più scritto… 😦

  3. Concordo con te…troppa carne, troppo sfruttamento e troppe malattie collegate ad una cattiva alimentazione. Non sono una da buoni propositi e fioretti però negli ultimi giorni ho deciso che devo mangiare ancora meno carne di quella che assumo…adoro cereali e legumi e queste polpettine sono davvero perfette per una cena alternativa…peccato non sappia rinunciare al pesce, con eccezione delle specie sfruttate che non compro.
    Curiosissima di provare lo zenzero nel purè….

    • Anche io in realtà ne mangio proprio poca, e non credo che quella poca possa fare molto male… Ma è sembra un bene contribuire a diffondere buone pratiche, no?
      Sul pesce non sono molto preparata…quali sono le specie sfruttate? Io ho eliminato i gamberetti ma del resto mangio tutto…

    • Grazie Francy! Veramente ho pensato proprio a te, sapevo che avresti apprezzato!! 🙂
      No, macchè burro!! Sono striscioline di cavolo verza saltato in padella…o che dopo tutti questi post ancora non mi conosci?! 😉

  4. Io mangio di tutto, ma amo la varietà e l’alternanza dei cibi, “depurarsi” da carne e proteine ogni tanto è sano, direi dovrebbe essere una regola… la verdura preparata in mille modi qui è di casa, insieme a legumi e fantasia, perchè è vero che la cucina è un pozzo profondo di idee e sta solo a noi sperimentare con curiosità… a te riesce molto bene, vedo! 🙂
    Oggi mangio cavoletti di Bruxelles e leggo della tua verza, ci capiamo…

  5. Pingback: Burger di fagioli | Frascafresca

  6. Io mangio poco o nulla la carne e spesso sono alla ricerca di secondi alternativi :soia, lenticchie, ceci con cui fare polpettine, adesso vado a leggermi anche le altre ricette vegetariane (polpettine di borlotti e ricotta??? Buoneeee), ma già questa mi ha conquistata: non è solo un piatto sano e un ottimo sostituto della carne, è anche raffinato e particolare e di sicuro lo proporrei ai miei ospiti!!Davvero un’idea magnifica!! E poi le foto…che foto!!!

Lasciate un commento...alimentano il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...