Cheesy Cauliflower Sticks: l’inganno del cavolo

united_kingdom_640

Click to translate

Una folgorazione. Quando ho visto la foto di questi bastoncini (che sembravano una gustosissima pizza) e ho letto che non contenevano altro che cavolo, uova e un po’ di formaggio, ho deciso che dovevano essere miei. E mai intuizione fu più azzeccata, perché me ne sono innamorata al primo morso.
Non ve li so descrivere, li dovete provare. Sono saporitissimi e al tempo stesso leggeri: non c’è olio, non ci sono carboidrati, solo proteine e tanto gusto. Perfetti da gustare con l’aperitivo o come antipasto sfizioso. Ma anche come secondo…insomma, vi ho convinti a provarli?

cauliflower3

CHEESY CAULIFLOWER STICKS

Dose per 10 bastoncini (2 x 10 cm)

  • 350 gr di cavolfiore
  • 2 uova
  • 125 gr di mozzarella
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • 1 o 2 cucchiaini di erba cipollina
  • sale e pepe

cauliflower9

Tagliate il cavolfiore a piccole cimette, mettendo anche buona parte del gambo. Cuocetele al microonde per 5-6 minuti, poi passatele al mixer finché non è completamente grattugiato. Il cavolo deve restare duro e croccante, secondo me il passaggio al microonde può anche essere saltato e frullare direttamente il cavolo con il mixer.
Sbattete le uova, unite il cavolfiore e 2/3 della mozzarella tagliata a piccoli pezzi. Aggiustate di sale, pepe e erba cipollina e versate il composto in una teglia foderata di carta forno (lo strato dovrà essere alto circa 1 cm).
Cuocete in forno a 170° per mezz’ora, poi distribuite sulla superficie il resto delle mozzarella fatta a pezzetti e cuocete per altri 10 minuti.
Fate raffreddare pochi istanti, tagliate a fettine e servite.

cauliflower1

cauliflower2

29 risposte a "Cheesy Cauliflower Sticks: l’inganno del cavolo"

  1. Ma sai che mi hai risolto il problema della cena di stasera? Ma soprattutto mi hai dato un’ottima idea per consumare il cavolo che ho lessato ieri (tanto è come averlo messo nel micro)! Grassie!!!

    • Mi fa piacere! Ma considera che il passaggio al microonde serviva per ammorbidirlo appena, in realtà deve restare duretto prima di metterlo in forno… se è già lessato dovrebbe bastare cuocerlo per meno tempo… Spero che venga bene! 🙂

  2. Ecco, stasera, ora che ti ho visto in faccia, scriverti fa più strano (o meno strano?)
    Spero che il tuo breve soggiorno nella City sia stato piacevole, ma immagino di si 🙂 e ribadisco che conoscerti è stato un piacere 🙂
    Adoro queste ricettine sfiziose e veloci (tu sei maestra in questo) e cavolfiori e formaggio mi piacciono da morire!
    Un abbraccio, ci si vede a Firenze o chissadove 🙂

  3. Ho cucinato il cavolfiore proprio ieri sera ma ne è rimasto pochissimo per preparare queste bontà…ma al prossimo giro si trasformerà in cheesy stick! per la gioia della piccola pulce

    bacioni

  4. buona idea. metto nelle cose da provare. mi chiedo se possa funzionare anche a “frittella” ovvero mettendo mucchietti distanziati sulla carta forno. vedo on line che è una ricetta popolare, confesso che non avevo mai vista. tra le altre versioni guarda anche questa, che sembra leggermente diversa e mi chiedo come si possa comportare in teglia… http://www.wikihow.com/Make-Cheesy-Cauliflower-Breadsticks
    +… aggiornamento.. ho fatto ricerca come cauliflower pizza in images di google e vedo anche la versione “polpettina” e pizza…improvvisamente mi sono ricordato che nei miei file esistono polpette di cavolfiore… anni e anni e anni che non rifaccio, ma questo dettaglio del ridurre il tutto a grani piccolissimi penso faccia la differenza…… certo se poi uno friggesse veramente… .. ma ci si allontana da idea di base che è ottima.. ciao. stefano

    • Ciao Stefano, secondo me con queste dosi le frittelle non verrebbero bene perché il composto è molto liquido e non si riescono a fare dei mucchietti. Avevo visto anche io la versione “pizza” mentre non avevo mai sentito parlare delle polpette…mi piacerebbe molto provarle!
      Questi breadsticks a me sono piaciuti davvero tanto, ma credo sia importante lasciare il cavolo quasi crudo prima di infornarlo così che non assorba troppa acqua.
      Grazie davvero per i tuoi suggerimenti e per la considerazione…è un onore!
      Buona giornata,
      Alice

Lasciate un commento...alimentano il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...