Biscotti al malto d’orzo con ricotta e pistacchi. Ma senza zucchero

united_kingdom_640

Click to translate

Come promesso nello scorso post, ecco una ricetta senza zucchero…ma comunque dolce!
Avevo concluso l’articolo dicendo che esistono molti dolcificanti sostitutivi dello zucchero bianco di barbabietola (ma anche di quello di canna che, come abbiamo visto, non è poi molto diverso dal primo). Qualche tempo fa avevo provato questa torta al cocco e miele, che è stata molto apprezzata, mentre lo scorso anno mi ero lanciata nel plumcake al malto d’orzo, decisamente più sano ma anche meno dolce. E poi ci sono questi biscotti soffici con fiocchi d’avena e miele
Vedete bene che le soluzioni sono molte: malto d’orzo o di riso, miele di acacia o millefiori (in genere sono i più dolci), sciroppi d’acero o d’agave. Da un po’ di tempo in tutti i supermercati si trova anche la Stevia rebaudiana, pianta erbacea le cui foglie, essiccate e macinate, hanno un alto potere dolcificante (ma ne sentirete di nuovo parlare…altri esperimenti sono in vista!). Il trucco è anche quello di associare questi prodotti a frutta fresca, secca o disidratata che contribuisca ad accrescere la dolcezza della vostra ricetta. E in questo, l’uvetta e il cocco sono dei campioni.

biscotti al malto d'orzo con ricotta e pistacchi

I dolcetti di oggi sono composti da biscottini al malto d’orzo (il cui sapore ho apprezzato molto più della volta scorsa, quando lo usai nel plumcake) e da una farcitura di ricotta, miele e pistacchi.

La ricetta viene dalla Cucina Italiana di settembre e come al solito il risultato finale non mi ha deluso…con la Cucina Italiana si va sempre sul sicuro!
La ricotta ammorbidisce i biscotti e rende questi finti baci di dama soffici e delicati, mentre il malto d’orzo dà un sapore particolare che a me è piaciuto molto. L’unica accortezza sta nel farcirne un numero limitato ogni volta, oppure nel conservarli in frigo se non si finiscono subito, visto che la ricotta potrebbe guastarsi rapidamente.

biscotti al malto d'orzo con ricotta e pistacchi

BISCOTTI AL MALTO D’ORZO CON RICOTTA E PISTACCHI

Dose: 24 pezzi       Tempo di preparazione: 50 minuti       Tempo di cottura: 20 minuti

Per i biscotti:

  • 150 gr di farina di farro
  • 100 gr di farina 00
  • 80 gr di malto d’orzo (quello liquido in barattolo, della consistenza simile al miele)
  • 50 di burro
  • 1 bustina di lievito (o 16 gr di cremor tartaro)
  • 1 uovo
  • scorza di limone
  • un pizzico di sale

Per la farcitura:

  • 200 gr di ricotta vaccina freschissima
  • 40 gr di miele di acacia
  • 50 gr di pistacchi sgusciati non salati

Mescolate le farine e lavoratele con il burro freddo tagliato a cubetti fino ad ottenere un composto bricioloso. Aggiungete un pizzico di scorza di limone grattugiata, il malto d’orzo, l’uovo, il lievito e un pizzico di sale e impastate fino ad ottenere un panetto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e fate riposare in frigo per mezz’ora.

Lavorate la ricotta con il miele e riponete in frigo fino all’utilizzo, in un recipiente chiuso con pellicola.
Tritate i pistacchi in granella.
Stendete la pasta a circa 5 mm di spessore e ritagliate tanti dischetti di circa 4 cm di diametro.
Cuocete a 180° per 10 minuti, sfornate e fate raffreddare.
Accoppiate i biscotti a due a due, farcendoli con la ricotta; poi, tenendoli tra due dita, passateli nella granella di pistacchio, facendola aderire alla ricotta. In questa operazione potete anche aiutarvi con un cucchiaino, versando i pistacchi dall’alto ed eventualmente premendo con delicatezza per fissarli meglio.

biscotti al malto d'orzo con ricotta e pistacchi

BARLEY MALT BISCUITS WITH RICOTTA AND PISTACHIOS

Makes: 24       Preparation time: 50 minutes       Cooking time: 20 minutes

For the biscuits:

  • 150 gr spelt flour
  • 100 gr cake flour
  • 80 gr barley malt
  • 50 gr butter
  • 1 egg
  • 16 gr baking powder
  • lemon rind, grated
  • a pinch of salt

For the filling:

  • 200 gr ricotta (from cow, not sheep)
  • 40 gr acacia honey
  • 50 gr unsalted pistachios, shelled

Sift together the flours; add the butter, cold and diced, and work with your finger until you have crumbs. Add barley malt, egg, baking powder, a pinch of salt and a bit of grated lemon rind: work until you have an even dough. Wrap in plastic and keep in the fridge for half an hour.
With a fork, work together ricotta and honey; put in the fridge in a bowl covered with plastic.
Chop finely pistachios using a food prcessor.
Roll out the dough (about 5 mm thick) and cut your biscuits (about 4 cm diameter).
Bake at 180°C/355°F for 10 minutes. Let them cool.
Couple two biscuits filling them with ricotta, then roll into chopped pistachios so that they stick to the ricotta filling.

biscotti al malto d'orzo con ricotta e pistacchi

20 risposte a "Biscotti al malto d’orzo con ricotta e pistacchi. Ma senza zucchero"

  1. Che belli! Ricordano i macarons 😉 …anche io amo sperimentare con dolcificanti diversi… Per ora ho provato malto d’orzo e malto di riso (il piú dolce) …l’agave e la stevia… Ed il miele of course…E devo dire che son tutti ottime alternative! …dici bene che per aiutare la dolcezza usare la frutta secca, uvetta, datteri etc,.. Aiuta! 😉 ti rubo qualche biscotto x la colazione! 😉

  2. Bene, diventerai una mia grande fonte di ispirazione! Mio marito e mia figlia sono diabetici entrambi e lo zucchero è bandito da casa nostra. Bravissima 🙂

  3. Anch’io, come Terry, li ho associati ai macarons. Il malto d’orzo lo uso spesso,sia come altrernativa dolcificante che per attivare gli impasti. Ero senza connessione (cambio gestore-ello docet ma non sape 😀 ) Nel frattempo ho preparato una torta ed ho sostituito lo zucchero semolato con quello di canna e mi è venuto in mente il tuo post precedente e, come sempre ho sorriso 😉 La giusta misura è la regola a meno di non avere patologie no? Un bacione Alice ❤

    • Infatti mi chiedevo che fine avessi fatto!! Il cambio gestore è sempre una seccatura che va per le lunghe…non ci su può far niente! 😄
      Certo, se uno soffre di qualche patologia è un altro discorso…ma altrimenti credo che basti un po’ di buonsenso. O almeno, mi piace pensare così 😉
      Un abbraccio! ☺

  4. Pingback: Plumcake integrale al malto | panelibrienuvole

  5. Questi “finti macaron” hanno attirato la mia attenzione proprio per il malto d’orzo e perché mi hanno ricordato le meringhette francesi che vanno tanto di moda… ma non lo sono! Sembrano anzi anche migliori… Bella ricetta!

  6. Pingback: Plumcake integrale al malto | panelibrienuvole

  7. Pingback: Plumcake integrale al malto – Panelibrienuvole

Lasciate un commento...alimentano il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...