Crêpes con caprino e albicocche allo sciroppo d’acero


united_kingdom_640

Click to translate

Ci siamo quasi…le vacanze sono vicine! Tra da preparativi, prenotazioni e itinerari da organizzare, vivo i giorni precedenti alla partenza con un misto di agitazione ed emozione, curiosa dei luoghi che andrò a visitare ma insofferente al momento della partenza: vorrei essere già in viaggio.

Nonostante i mille impegni, sono riuscita a partecipare anche questo mese alle sperimentazioni delle Alchimiste di Sedici, che questo mese hanno per oggetto gli alimenti del gruppo “Fruttati freschi”. C’era solo l’imbarazzo della scelta, ma io ho deciso di provare un abbinamento che avevo in agenda da un po’: albicocche e formaggio caprino.

Ho cercato di smorzare il caprino con poco yogurt, ho insaporito le albicocche con la menta e ho addolcito il tutto con dello sciroppo d’acero.
L’abbinamento mi è piaciuto, forse perché sono una grande appassionata di caprini, ma ho farcito decisamente troppo la mia crêpe! Sono stata un po’ troppo golosa, credo che sia meglio metterne un po’ meno, per non appesantirla troppo.
É da valutare bene anche la proporzione caprino/albicocche, per evitare che sia sbilanciata sul gusto acido del formaggio.

Crepes con caprino e albicocche

Questa ricetta è stata anche l’occasione per provare finalmente lo sciroppo d’acero, del quale avevo sentito raccontare meraviglie.
Lo sciroppo d’acero è tipico del Canada e degli Stati Uniti, dove è usato per irrorare i pancakes (le famose frittelle di zio Paperino, per chi leggeva i fumetti!). Si ottiene mediante la bollitura della linfa dell’acero da zucchero, è meno calorico rispetto allo zucchero e al miele e contiene molti sali minerali.
Ho scoperto che ne esistono di diversi tipi in base al grado di concentrazione della linfa: non avendo idea se mi sarebbe piaciuto, io ho scelto il grado A, di colore più chiaro e sapore delicato.
Questo grado, all’assaggio, è davvero poco intenso e lo trovo adatto se avete l’esigenza di dolcificare senza aggiungere l’aroma particolare dell’acero: una volta aggiunto alle albicocche non se ne sentiva molto il sapore. Se invece oltre a dolcificare volete dare un carattere particolare alla vostra preparazione, allora suggerisco il tipo B o C: è quello che proverò io la prossima volta!

crepes con caprino e albicocche-6

CRÊPES CON CAPRINO E ALBICOCCHE ALLO SCIROPPO D’ACERO

Porzioni:4       Tempo di preparazione: 40 minuti       Tempo di cottura: 20 minuti

Ingredienti

Per le crêpes

  • 160 ml di latte
  • 1 uovo medio
  • 60 g di farina 00
  • sale
  • burro

Per la farcitura

  • 240 g di caprino morbido
  • 80 g di yogurt bianco
  • 300 g di albicocche al netto degli scarti
  • 4 – 5 cucchiai di sciroppo d’acero
  • menta

Crepes con caprino e albicocche-6

Procedimento

Per le crêpe

Setacciate la farina in una ciotola, unite l’uovo appena sbattuto e mescolate con una forchetta. Aggiungete il latte freddo a filo e fate riposare mezz’ora.
Riscaldate un padellino antiaderente del diametro di 15 cm, scioglietevi pochissimo burro e versatevi una piccola porzione di pastella, quanto basta a coprire il fondo e a formare una crêpe non troppo spessa. Fate cuocere a fuoco medio per 3-4 minuti (dipende dallo spessore della crêpe e dal calore della padella), fino a quando non si è rappresa anche nella parte superiore, poi sollevate delicatamente un bordo e rigiratela con l’aiuto di una spatola. Fate cuocere per un altro minuto, toglietela e appoggiatela su piatto a raffreddare. Proseguite fino all’esaurimento della pastella.

Per la farcitura

Una mezz’ora prima, lavate le albicocche, tagliatele a dadini (lasciandone una intera) e condite con 2 cucchiai di sciroppo d’acero e qualche fogliolina di menta spezzettata. Fate riposare per 30 minuti, poi scolate le albicocche e conservate il liquido.
Lavorate il caprino e lo yogurt con una forchetta (o con un frullatore a immersione, per un risultato ottimale).
Disponete una crêpe sul piatto, distribuite la mousse su una metà, mettetevi sopra le albicocche e richiudetela in due. Decorate la superficie con qualche fettina di albicocca e irrorate con il liquido delle albicocche al quale avrete aggiunto il resto dello sciroppo.

crepes con caprino e albicocche-4

crepes con caprino e albicocche-8

Con questa ricetta partecipo a Sedici. L’alchimia dei sapori, questo mese di parla di Fruttati cremosi!

sedici_fruttaticremosi

Torta integrale d’avena e mirtilli…ehm…albicocche!

united_kingdom_640

Click to translate

Qualche giorno fa, su Pinterest, ero stata colpita da una torta a base di mirtilli: rustica e semplice, con fiocchi d’avena, miele e tanta frutta. Tra l’altro in questi giorni i mirtilli sono protagonisti in ogni blog che si rispetti e mi sarebbe piaciuto proporre la mia ricetta sul tema.

Ma poi non ce l’ho proprio fatta. Il bello dei frutti di bosco è che sono spontanei, che si raccolgono in campagna, all’aria aperta. Se li devo comprare al supermercato mi passano tutte le fantasie. Stavo per abbandonare l’idea, quando dai recessi del frigo mi è giunto l’urlo di dolore di alcune albicocche regalatemi la settimana scorsa. Sono le ultime della stagione, piuttosto insipide, e non mi decidevo mai a mangiarle. E così, la mia torta di mirtilli è diventata una torta di albicocche, con in più la soddisfazione di aver usato qualcosa che rischiavo di buttare.

Apricot Crisp Tart

La torta è priva di uova e di latticini, e se sostituite il miele con lo zucchero è adatta anche ai vegetariani. A me però il gusto del miele piace molto, anche perché ne ho usato uno speciale, dono della mia amica Silvia. E’ un miele di acacia aromatizzato all’anice stellato, prodotto da Giorgio Poeta: ha un profumo incredibile e un aroma davvero particolare, anche se con la cottura, per forza di cose, si è un po’ perso.

Apricot Crisp Tart

La corretta definizione di questa torta è crisp tart: c’è una base, un ripieno di frutta e una copertura briciolosa fatta con lo stesso impasto della base più frutta secca. In pratica è molto simile ad una crumble  tart, ma se ne differenzia perché l’impasto di copertura contiene anche fiocchi d’avena invece che solo burro, farina e zucchero. In questo caso, poi il burro e lo zucchero sono sostituiti da olio di semi di arachide e miele.

Apricot Crisp Tart

TORTA INTEGRALE D’AVENA E ALBICOCCHE

Ingredienti per 6 persone (stampo ø 18 cm)

  • 80 gr di farina integrale
  • 40 gr di farina 00
  • 80 gr di fiocchi d’avena
  • 80 gr di miele di acacia all’anice stellato
  • 3 cucchiai di olio di semi di arachide
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 300 gr di albicocche (al netto degli scarti)
  • 1 cucchiaio di miele di acacia all’anice stellato
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 2 cucchiai di noci spezzettateApricot Crisp Tart

Preparate il ripieno. Tagliate le albicocche piccoli pezzi, unite il miele e l’amido di mais, mescolate con un cucchiaio e tenete da parte.
In una ciotola, mescolate le farine, il sale, il lievito, i fiocchi d’avena e il miele. Unite l’olio e impastate con le mani pochi secondi, quanto basta perché il tutto si compatti.
Ungete con dell’olio uno stampo a cerniera di 18 cm di diametro, prelevate 2/3 dell’impasto e, premendolo con le mani, foderate lo stampo, avendo cura di distribuirlo uniformemente sul fondo e di creare un bordo sulla parete per almeno 1 cm di altezza. Scolate le albicocche del liquido che avranno formato e distribuitele uniformemente in un unico strato sul fondo della tortiera.
Unite al resto dell’impasto le noci spezzettate e distribuitelo grossolanamente sulla superficie della torta, come se fossero grosse briciole.
Cuocete a 180° per 40 minuti circa. Se la superficie diventasse troppo scura, coprite con un foglio di alluminio per evitare che si bruci.

Apricot Crisp Tart

APRICOT CRISP TART

  • 80 gr whole wheat flour
  • 40 gr all purpose flour
  • 80 gr oatmeal flakes
  • 80 gr acacia honey (for me, star anise flavoured)
  • 3 tbsp peanut oil
  • 1 tsp baking powder
  • a pinch of salt
  • 2 tbsp chopped chestnuts

For the filling:

  • 300 gr apricots (without the core)
  • 1 tbsp acacia honey
  • 1 tbsp corn starch

Dice the apricots in small pieces, mix with honey and corn starch and set aside.
In a bowl, whisk flours, oat, salt and baking powder. Add honey and oil and work it with your fingers until the dough hold together when pressed.
Grease a 18 cm/7-inch tart pan with removable bottom with a bit of oil.
Take about 2/3 of dough and press it evenly to line the bottom and the side of the pan for at least 1 cm in height.
Drain the apricots from the juice they will have created and pour them over the crust.
Add the chopped chestnuts to the remaining dough and sprinkle over the apricots, as if they were crumbs.
Bake at 350°F for 40-45 minutes or until the crust is lightly brown. If it should become too brown before the time, cover it with tin foil. Let cool completely before slicing.

Apricot Crisp Tart

Con questa ricetta partecipo al Contest dell’Azienda Ospedaliera Federico II di Napoli

colesterolo