Hummus di barbabietole rosse e ceci

united_kingdom_640

Click to translate

Finalmente l’estate è arrivata!
E io ho voglia di cibi freschi e vestiti leggeri. Di fantasie colorate, di un po’ sole e di aperitivi sul fiume.
Non mi illudo di mandare in letargo il forno perché, conoscendomi, sarà in piena attività anche con 38° e un tasso di umidità da foresta pluviale (tipico di questa città, del resto), ma cercherò di limitarne l’utilizzo ai dolci.

Nella prima, vera sera d’estate, ho cenato con questo hummus, perfetto anche come semplice accompagnamento per un aperitivo, la cui ricetta, un po’ modificata, viene dal libro di Gnam Box, “In Food We Trust” che contiene molte idee sfiziose, suddivise per alimenti e stagionalità.

hummus10

E’ fresco, saporitissimo e aromatico, grazie ad aglio, cipolla e cumino. Ma è anche leggero e salutare, con cotture semplici e pochissimi grassi aggiunti.
E vogliamo trascurare questo meraviglioso colore rosa-violaceo intenso che trasmette subito energia positiva? Me ne sono innamorata!
Scommettiamo che questa estate, sulla mia tavola, si contenderà il primato con il babaganoush?!

hummus9

HUMMUS DI BARBABIETOLE ROSSE E CECI

  • 160 gr di barbabietole rosse lessate
  • 230 gr di ceci lessati
  • mezza cipolla rossa (anche meno se è grande)
  • mezzo spicchio d’aglio privato del germe interno
  • 1 cucchiaino di semi di cumino frantumati (o cumino in polvere)
  • 1 cucchiaino di aceto di vino bianco
  • 1 spicchio di limone
  • 2 cucchiaini di tahina
  • 1 cucchiaino di yogurt greco o yogurt al naturale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • prezzemolo per guarnire

Tagliate la cipolla a dadini, mettetela in una ciotolina e bagnatela con l’aceto e il succo di limone facendo riposare per 10 minuti.
Tagliate a pezzetti le barbabietole e passatele al mixer con ceci, cipolla, l’aglio schiacciato e il cumino. Durante l’operazione aggiungete l’olio e lo yogurt e continuate a frullare finché non ottenete composto omogeneo e denso.
Riempite dei bicchierini monoporzione, completate con una fogliolina di prezzemolo e servite con fettine di pane tostato o con questi grissini.

hummus1

Con questa ricetta partecipo al contest “Buffet!” di Il gattoghiotto e Terre Ducali

buffet

Crema di rape rosse e acciughe

united_kingdom_640

Click to translate

Ecco un altro aspetto che mi piace dell’avere un foodblog: si scoprono sempre cose nuove.
Per anni, a casa mia, sono stati cucinati gli stessi piatti, con gli stessi ingredienti. Buoni, ma sempre i soliti. E adesso scopro ogni giorno qualcosa di nuovo, che mi fa venir voglia di leggere, capire, scoprire. E di provarlo, ovviamente.
E non parlo soltanto di ingredienti rari o che provengono dalla cucina di altre culture.
Parlo, per esempio, delle barbabietole rosse, note anche come rape rosse.

 crema rape3
Non so voi, ma fino a qualche mese fa ne ignoravo totalmente l’esistenza. Sì, le avevo viste al mercato ma non mi era mai passato per la testa di assaggiarle. In questo periodo, invece, mi è capitato di leggere diverse ricette sui vari blog e quel colore purpureo, intensissimo e avvolgente, così raro in natura da sembrare quasi artificiale mi ha conquistato. Con un colore del genere, dovevano essere buone per forza.
Così mi sono lanciata nella sperimentazione, ma il primo consumo – semplicemente lessate – non ha soddisfatto molto il mio palato. Allora ho pensato di smorzarne il sapore dolciastro e molto caratterizzato facendone una crema con altre verdure, resa più saporita dalle acciughe…e a questo giro ho fatto centro! La crema, densa come piace a me, quasi un hummus, mi è piaciuta molto.
Unico piccolo inconveniente di cui tenere conto: il tempo di cottura delle rape (non a caso spesso sono commercializzate già lessate), che è piuttosto lungo. Ma, in fondo, basta metterle a cuocere con un po’ di anticipo e fanno tutto da sole, quindi direi che non è un grande problema!

crema rape1

CREMA DI RAPE ROSSE E ACCIUGHE

Dose per 2 persone:

  • 6 barbabietole rosse
  • 6-7 cimette di cavolfiore
  • 1/2 patata (circa 100 gr)
  • 6 filetti di acciughe sott’olio

Sbucciate le barbabietole, tagliatele a metà e lessatele in acqua non salata finché non si infilzano bene con la forchetta. Richiederanno almeno 35 minuti.
Lessate anche il cavolfiore e la patata.
Tagliate il tutto a pezzetti e mettete in una pentola con un po’ d’acqua. Se volete potete far scaldare prima un po’ d’olio e aglio per aromatizzare e poi aggiungere le verdure. Io ho invece aggiunto un filo d’olio a crudo alla fine.
Fate cuocere ancora un po’ le verdure, unendo i filetti di acciughe spezzettati.
Poi passate il tutto al minipimer, guarnite con semi di sesamo e servite calda, con crostini o grissini come accompagnamento.

crema rape 4