Tarte tatin di cipolle rosse caramellate

united_kingdom_640

Click to translate

E’ sempre meglio omettere qualcosa di buono che aggiungere cose insignificanti” (A. Schopenauer).

Queste parole, tratte da un articolo sull’importanza della brevità e del ruolo delle lacune nella comprensione di un testo, mi hanno molto colpito, tanto che ho deciso di metterle subito in pratica: ecco la ricetta, con pochi fronzoli e nessun orpello.

Ricordate la tarte tatin con i pomodorini caramellati, così estiva, colorata, brillante? Be’, ricorderete anche che mi era avanzata una buona parte della pasta da quiche, che avevo prontamente surgelato.
Cambiano le stagioni, e quella stessa pasta è servita per una nuova tarte tatin salata, stavolta più autunnale: con cipolle rosse caramellate.
Ottima come antipasto o stuzzichino, la potete fare anche in monoporzioni…ma secondo me la teglia grande rende di più dal punto di vista della presentazione. A voi il giudizio…

Tarte tatin di cipolle rosse

TARTE TATIN DI CIPOLLE ROSSE CARAMELLATE

Dosi: 4 persone       Tempo di preparazione: 25 minuti       Tempo di cottura: 30 minuti

Per la pasta da quiche:

  • 220 gr di farina 00
  • 80 gr di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio d’acqua
  • una presa di sale
  • un pizzico di pepe

Per la farcitura:

  • 3 cipolle rosse piccole (o 2 grandi)
  • 2 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 20 gr di burro
  • sale
  • aceto balsamico (facoltativo)

Setacciate la farina, aggiungete il sale e il pepe e unite il burro freddo a tocchetti, lavorando con le mani fino ad ottenere un impasto sbriciolato e fine. Unite l’uovo e l’acqua e continuate a lavorare, impastando velocemente finché il composto è omogeneo. Formate un piccolo panetto, avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per un paio d’ore. Tirate fuori dal frigo 10 minuti prima di usarla.

Sbucciate le cipolle e tagliatele a fette alte circa 1 cm, avendo cura di non rompere o separare gli anelli. Bagnatele con un po’ di aceto di vino bianco.

Ungete con il burro uno stampo a cerniera di 22 cm di diametro, distribuitevi dei fiocchetti di burro, poi posizionate gli anelli di cipolla in maniera concentrica. Cercate di riempire tutta la superficie, tagliando gli anelli in quarti per inserirli negli spazi vuoti tra un anello intero e l’altro.

Stendete la pasta da quiche all’altezza di 3 mm e disponetela sopra alle cipolle, rincalzandola un po’ sui bordi in modo che le contenga (ve ne avanzerà quasi la metà). Bucherellate con i rebbi di una forchetta.

Cuocete a 160° in forno ventilato per 25-30 minuti, finché la pasta non formerà una crosticina leggermente dorata. Togliete subito dal forno e, dopo 10 minuti al massimo, aprite la cerniera e capovolgete in un piatto da portata.

Tarte tatin di cipolle rosse

RED ONION TART TATIN

Serves: 4       Preparation time: 25 minutes       Cooking time: 30 minutes

For the crust:

  • 220 gr all-pourpose flour
  • 80 gr butter
  • 1 egg
  • 1 tbsp of water
  • a pinch of salt
  • a pinch of pepper

For the filling:

  • 3 small red onions
  • 2 tbsp white wine vinegar
  • 1 or 2 tbsp of sugar
  • 20 gr butter
  • salt
  • aromatic vinegar (optional)

Sieve the flour, add salt, pepper and cold butter. Work with your fingers until it resemble crumbs. Add egg and water and keep working until the dough is even. Wrap in plastic and refrigerate for 2 hours. Remove from the refrigeratore 10 minutes before using.

Peel the onions and cut them in rings (1 cm thick). Be careful not to separate the rings. Pour some white wine vinegar over them.

Grease a tart pan with removable bottom with butter, scatter the bottom with tiny pieces of butter and arrange onion rings trying to cover all the surface.

Roll out the dough (about 3 mm thick) and put over the onions, tucking in all around the edge. Pierce the surface with a fork. Half of the dough will exceed. You can use it immediately for an other tart or freeze it and use within 3 months.

Bake at 160°C/320°F per 25-30 minutes, until the crust is golden. Remove from the oven and, after 10 minutes, unmould and turn upside down over the serving plate. If you like, garnish with aromatic vinegar.

Tarte tatin di cipolle rosse

Con questa ricetta partecipo al contest “L’appetito vien tagliando” su Noodloves.it

 Contest

Soup à l’oignon (zuppa di cipolle)

bandiera

Click to translate

Be’, bisogna ammettere che i francesi ci sanno fare. Simpatici non sono di certo, ma quando si tratta di tirarsela non li batte nessuno. Chi altri poteva trasformare una poverissima zuppa in un piatto raffinato ed elegante?

Il trucco sta nel nome, prima di tutto. Volete mettere una volgare zuppa di cipolle, originaria della migliore tradizione contadina e popolare, a paragone di una sciccosissima soup à l’oignon – possibilmente pronunciato con la tipica scoglionatezza parigina? Non c’è gara.

Eppure l’origine è la stessa, e la sostanza pure. Ma come insegna la saggezza popolare: “bisogna sapersi vendere”…
Ah, quanto hanno cercato di farmelo capire i miei, e con quali scarsi risultati! E invece è proprio questo il sistema vincente: prendi quel che hai, gli dai un nome accattivante, convinci il mondo che ce l’hai soltanto tu e il gioco è fatto!

Ma tralasciando la filosofia spicciola da manuale di auto-aiuto, così banale che non aiuta nessuno, passiamo alla ricetta, apparentemente fuori stagione ma nemmeno tanto, visto il clima ancora incerto che ci accompagna in questi giorni.
Le dosi sono per 3 persone, ma questa zuppa è talmente buona che vi consiglio di abbondare un po’. 😉

SOUP À L’OIGNONzuppa1

  • 3 cipolle dorate (circa 500 gr)
  • circa 1 litro e ½ di brodo di carne
  • 50 gr di burro
  • 30 gr di farina
  • 3 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe
  • 1 cucchiaino di zucchero

Per la gratinatura:

  • 60 gr di emmental grattugiato
  • 12 fettine di baguette

Affettate finemente le cipolle e mettetele in una pentola con il burro, l’olio e lo zucchero. Cuocetele a fuoco moderato per 10-15 minuti, facendo attenzione a non farle scurire, finchè non diventano trasparenti.
A quel punto aggiungete la farina, setacciandola sopra alle cipolle, e mescolate per qualche minuto. Poi versatevi buona parte del brodo e fate cuocere per almeno 30 minuti a fuoco medio, aggiustandola di sale e pepe e aggiungendo altro brodo quando serve.
Intanto affetate la baguette e abbrustolitela nel forno (200°, funzione grill, 2-3 minuti per lato).
Versate la zuppa in 3 terrine da forno e disponete sulla superficie di ognuna 4 fettine di baguette; distribuitevi sopra l’emmental grattugiato e mettete in forno a 220° per 5-10 minuti, finchè non si sarà formata una crosticina dorata sulla superficie della zuppa. Da mangiare caldissima!