Mini plumcake allo yogurt con sorpresa

bandiera

Click to translate

Come promesso, ecco svelato come ho utilizzato il lemon curd preparato qualche giorno fa.
Impavida di fronte alla calura estiva, ho acceso il forno per preparare dei morbidi plumcake in versione mini. L’impasto non è eccessivamente dolce e molto soffice, già un po’ limonoso al primo morso. Poi si incontra il lemon curd, ed è una rivelazione! La crema aggiunge il suo gusto pungente alla delicatezza del plumcake, e per me è un connubio perfetto!

E così, al momento della colazione, la sudata da forno in piena attività è stata ampiamente ripagata!

miniplumcake1

MINI PLUMCAKE ALLO YOGURT CON RIPIENO DI LEMON CURD

  • 110 gr di farina 00
  • 50 gr di fecola
  • 50 gr di burro
  • 60 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 125 gr di yogurt bianco intero
  • circa 150 ml di latte
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • 2 cucchiaini di lievito
  • 60 ml di lemon curd
  • granella di zucchero q.b.

In una ciotola capiente, setacciate la farina con la fecola e il lievito. In una terrina, sbattete l’uovo con lo zucchero, unite il burro fuso, lo yogurt e la scorza di limone; versate il tutto nella ciotola della farina e mescolate, aggiungendo il latte a poco a poco.
Riempite a metà degli stampini da muffin o da plumcake e aggiungete in ognuno uno o due cucchiaini di lemon curd, poi coprite con un altro po’ di impasto del plumcake. L’importante è che il lemon curd sia quasi sulla sommità, perché poi tenderà a scendere durante la cottura.
Spolverate con della granella di zucchero e cuocete a 180° per circa 20 minuti.

miniplumcake

Con questa ricetta partecipo al contest: La magia dei dolcetti.

contest

Una crema abbagliante: il lemon curd

bandiera

Click to translate

Questa crema sembra un concentrato di sole: luminosa, scintillante, di un giallo brillante ed intenso che non smetteresti mai di guardarla. Sarà un caso che è tipicamente britannica, laddove il sole è così raro a vedersi?

lemoncurd1
Il lemon curd è infatti una crema di origine anglosassone dal sapore molto spiccato di limone. Già nell’Ottocento veniva usata per farcite crostate, scones e muffin, o semplicemente spalmata su pane e toast all’ora del tè, in alternativa alla marmellata. Ha una consistenza perfettamente liscia ma è un po’ meno densa di una crema; non viene mai consumata da sola per via del sapore molto deciso.
Se però non amate il limone, niente paura: il curd può essere fatto anche con altri tipi di frutta come arance, pompelmi, lamponi o ananas…e chissà quanti altri!

english cottage

Ho scoperto che mi piace moltissimo. Non smetterei mai di ammirarla, così liscia, luminosa, splendente, ha un fascino ipnotico su di me, incredula artefice di tanta meraviglia. La sua origine british, lo ammetto, aggiunge un’aura tutta particolare, suggerendomi immediatamente tè pomeridiani a base di scones, servizi di porcellana con decorazioni floreali e giardini di piante selvatiche e rose.
Il gusto, poi, è pungente, inizialmente quasi aggressivo: ti sorprende, pensi che forse è troppo forte. Ma l’istante successivo ne vuoi ancora e in men che non si dica ne hai fatta fuori la metà. Nel palato produce un contrasto continuo che lascia perplessi e decisi a gustarne ancora: la dolcezza dello zucchero si fonde con l’asprigno del succo di limone, l’aroma fresco della buccia smorza la consistenza grassa del burro ma senza annullarla del tutto…difficile smettere di gustarla e rinunciare a queste sensazioni!
Con il pane secondo me non rende al massimo, io l’ho mangiata…be’, per saperlo dovrete aspettare il prossimo post! 😉

lemoncurd2

Dose per circa 200 ml di lemon curd.

LEMON CURD

  • 2 limoni non trattati
  • 2 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 50 gr di burro

Fate sciogliere il burro in un pentolino a bagnomaria. Intanto grattugiate la buccia dei limoni e spremetene il succo; filtrate il succo con un colino. Mescolate insieme le uova e lo zucchero con una frusta, poi versate il composto nel pentolino con il burro fuso e aggiungete anche la scorza e il succo di limone. Mescolate continuamente con un cucchiaio di legno e fate cuocere per 10-15 minuti – sempre a bagnomaria – fino a quando la crema non si sarà addensata. Fate raffreddare e, se necessario, filtratela con l’aiuto di un colino a maglie fini. Trasferite il lemon curd in un barattolo di vetro: si conserva in frigo per una settimana.