Tagliolini alla zucca con pistacchi e arancia

united_kingdom_640

Click to translate

Non vi parlerò di feste finite e di diete da iniziare. La sola idea di un regime alimentare restrittivo mi fa venire fame, quindi è ovvio che è controproducente. Sarà sufficiente mangiare più leggero ma sempre con gusto, senza punirsi…la vita è già così difficile!

La ricetta è nata per caso, con quello che avevo a disposizione. E secondo me ne è uscito un piatto tipicamente italiano, anche se leggermente innovativo rispetto alla tradizione.

tagliolini zucca e pistacchi-1

Innanzitutto, la pasta…c’è forse qualcosa di più italiano? Anche se ci infastidisce l’associazione automatica italiano-pasta, rassegnamoci: è nel nostro DNA.
Spesso incompresa all’estero, bistrattata, pasticciata e pur sempre amata in ogni parte del mondo, solo noi ne conosciamo i veri segreti, in un rapporto di amore eterno.
E qui non vi parlo di pasta di grano duro, ma di pasta fresca all’uovo proveniente da un pastificio artigianale di Siena, comprata in occasione del cosiddetto “Mercato nel Campo”, un mercatino tenutosi poco prima di Natale nella splendida conchiglia rosso mattone che è piazza del Campo.

Per fare compagnia ai tagliolini, saliamo verso il nord Italia, in cerca di una buona zucca mantovana, una varietà che mi dà dipendenza: pastosa, zuccherina, saporitissima, di un color arancione che riscalda solo a vederla. La mia è una zucca in esilio, visto che è stata coltivata con maestria dal sapiente babbo nell’orto di casa…ma l’origine è pur sempre della città di Mantova, dove viene usata per i famosi tortelli di zucca e amaretti.

zucca-5

Non possiamo tralasciare una puntata verso il sud, ricco di profumi e sapori introvabili nel resto della penisola. Ecco i pistacchi e le arance, prodotti tipicamente siciliani, che rappresentano rispettivamente la parte croccante (e sapida) della ricetta e l’aroma acuto che non ti aspetti.

pistacchi4

Per finire, si torna a casa: spolverata di pecorino toscano semistagionato e via, siamo pronti per mangiare. In poco più di mezz’ora potete fare il giro completo dello Stivale…e assaporarla seduti nella vostra cucina.

TAGLIOLINI ALLA ZUCCA CON PISTACCHI E ARANCIA

Dose: 2 persone       Tempo di preparazione: 20 minuti       Tempo di cottura: 15 + 5 minuti

  • 160 gr di tagliolini freschi all’uovo
  • 250 gr di zucca mantovana già pulita
  • 2 cucchiai di pistacchi di Bronte sgusciati non salati
  • la scorza di mezza arancia Navel e un po’ di succo
  • pecorino toscano semi-stagionato q.b.
  • latte q.b.
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Tagliate la zucca a pezzi e disponetela su una placca ricoperta di carta forno. Cuocete a 200°C per circa 15 minuti: la zucca deve ammorbidirsi, è pronta quando riuscite ad infilzarla bene con una forchetta.

In una ciotola ampia, schiacciatela con una forchetta fino a ridurla in purea (non dovreste avere bisogno del mixer); se troppo densa, aggiungete un po’ di latte. Salate, pepate, unite la scorza d’arancia, un cucchiaio di succo e poco olio evo.
Tritate i pistacchi grossolanamente con un coltello e aggiungetene metà alla zucca.
Nel frattempo cuocete i tagliolini in acqua salata e scolateli al dente, tenendo da parte l’acqua di cottura. Versateli nella ciotola dove avete messo la purea di zucca e conditeli, aggiungendo un po’ dell’acqua di cottura poiché la pasta tenderà ad asciugarsi.
Completate con i pistacchi rimasti e con una spolverata di pecorino grattugiato.

tagliolini zucca e pistacchi-6

PUMPKIN, PISTACHIOS AND ORANGE TAGLIOLINI (FRESH EGG PASTA)

Serves: 2       Preparation time: 20 minutes       Cooking time: 15 + 5 minutes

  • 160 gr “tagliolini” (or spaghetti)
  • 250 gr pumpkin without crust
  • 2 tablespoons pistachios
  • grated rind of half an orange and a bit of juice
  • mature “pecorino” cheese, grated
  • a bit of milk
  • extra-virgin olive oil
  • salt and pepper

Preheat the oven at 200°C/400°F. Chunk the pumpkin and put them on a baking sheet. Bake for about 15 minutes, until tender enough to punch easily with a fork.

Crush the pumpkin with a fork, adding a bit of milk if necessary (if too dense). Add the orange rind, one tablespoon of juice and a tablespoon of olive oil, salt and pepper.
Coarsely cut the pistachios with a knife and add half of them to the pumpkin purée.
Bring a large pot of salted water to a boil, then put tagliolini inside and cook for the time written on the package. Drain them, keeping aside part of the cooking water, and mix with the pumpkin purée. Now you would probably need to add some of the cooking water to prevent pasta becoming sticky and dry.
Stir gently, then sprinkle with the rest of pistachios and a generous dose of grated pecorino. Serve warm.

pistacchi3

zucca-1

tagliolini zucca e pistacchi-4

zucca-4

Delizie al pistacchio

united_kingdom_640

Click to translate

Il mio amore per il pistacchio l’avevo già dichiarato qui, dove compariva in veste salata.
Oggi, invece, è l’ingrediente principale di questi fantastici biscottini.
Non troppo dolci, non troppo carichi, non troppo pistacchiosi.
Ma il pistacchio si sente, eccome.
Quel tanto che basta per non renderti mai sazio.
Finchè non saranno finiti.

pistacchio11

Prima della ricetta, però, mi sono tolta un paio di curiosità sulla pianta, visto che non avevo idea di come fosse fatta…per me i pistacchi potevano pure nascere in terra! E invece, guarda un po’, scopro che è un albero che può raggiungere i 12 metri e i 300 anni di età. Originario del Medio Oriente, era coltivato già migliaia di anni fa in Persia…conferma che è proprio un frutto da mille e una notte!
Oggi è ampiamente prodotto in Iran, Turchia e Siria, ma anche l’Italia è ai primi posti, sebbene con rese quantitative decisamente minori. Famosissimi sono i pistacchi di Bronte e di Adrano, ai piedi dell’Etna, attrattiva non secondaria per un viaggio in Sicilia, per quanto mi riguarda!
Come tutta la frutta secca, inoltre, il pistacchio contiene i benefici acidi grassi ed è dimostrato che un consumo limitato nella dieta giornaliera non provoca aumento di peso…anche se non è facile restare nel campo del “limite”! Ci rifornisce anche di vitamina E, carotenoidi (utili alla protezione della pelle) e tanto fosforo, oltre ad abbassare il colesterolo cattivo.
E dopo tutte queste virtù, non mi vorrete mica dire che vi sentite in colpa se ne mangiate un pochino?

pistacchio

 

BISCOTTINI AL PISTACCHIO

Dose per 35-40 biscotti

  • 130 gr di farina 00
  • 100 gr di pistacchi + 20 gr per decorare
  • 70 gr di burro
  • 70 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • mezza bustina di lievito

Tritate finemente i 110 gr di pistacchi fino a ridurli in polvere.
Sciogliete il burro a bagnomaria o nel microonde e quando si è raffreddato lavoratelo con lo zucchero, poi aggiungete l’uovo e amalgamate il tutto.
Aggiungete al composto la farina e il lievito setacciati, poi il pistacchio tritato e impastate velocemente con una forchetta. Avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per un’ora.
Trascorso questo tempo, prelevate l’impasto e formate tante palline della dimensione di una noce e disponetele in una leccarda rivestita di carta forno.
Tagliate grossolanamente con un coltello i pistacchi rimasti e disponetene un po’ sopra ad ogni biscotto.
Cuocete a 180° per 15-20 minuti, non facendo asciugare troppo i biscotti.

pistacchio12

Con questa ricetta partecipo al contest di Una fetta di paradiso

4_ piccolo contest

al contest di Idee in tavola

idee regalo

e al contest di Cucinaverdedolcesalata

Banner laterale

Pasta con granella di pistacchi e ricotta

bandiera

Click to translate

Se penso che sono stata sostanzialmente indifferentepistacchi1
ai pistacchi per i primi 28 anni della mia vita mi sento male. Come si può rinunciare a qualcosa di così delizioso?!

Adesso sto cercando di recuperare il tempo perduto, per lo più a suon di gelati, ma non disdegnando nemmeno primi e secondi piatti nei quali il prezioso frutto compaia come guest star (strepitoso il petto d’anatra con granella di pistacchi assaggiato qualche tempo fa in un ristorantino fuori mano…da rifare assolutamente!).

E così, mentre pensavo ad una ricetta da fare in meno di 30 minuti, ho avuto l’illuminazione: il pesto di pistacchi! L’avevo assaggiato qualche tempo fa da un’amica e ne ero rimasta deliziata. Nel rifare la ricetta, in realtà, io non ho realizzato un pesto vero e proprio, perchè trovo che i pistacchi sprigionano al meglio il loro sapore quando sono ancora un po’ granellosi che li puoi schiacciare con i denti e goderteli appieno…slurp!

Queste penne sono davvero velocissime da fare. Fresche, gustose, aromatiche e…così buone che i vostri commensali chiederanno il bis!

PENNE CON GRANELLA DI PISTACCHI E RICOTTA

Dosi per due persone:

  • 170 gr di penne rigate
  • 60 gr di pistacchi sgusciati
  • 1 cucchiaio di ricotta vaccina
  • 2 foglie di basilico
  • sale e pepe
  • olio evo
  • parmigiano grattugiato

pistacchi6

Mettete a bollire l’acqua per la pasta in una pentola coperta. Lavate le foglie di basilico e tagliatele a striscioline sottilissime con le forbici; unitele alla ricotta, aggiungete un pizzico di sale e di pepe e lavorate il tutto per un minuto con una forchetta.

Salate l’acqua e buttate la pasta, controllando il tempo di cottura. Sgusciate i pistacchi e passateli nel mixer ricavandone una granella, senza polverizzarli completamente. Aggiungeteli alla ricotta, amalgamandoli con un po’ di olio evo.

Scolate la pasta, lasciando da parte 2 o 3 cucchiai di acqua di cottura, trasferitela in una ciotola e conditela con il composto di ricotta e pistacchi, versando olio a filo e aggiungendo un po’ di acqua di cottura se fosse troppo asciutta. Servite con una spolverata di parmigiano (o lasciate agli ospiti la scelta se metterlo oppure no…io per esempio la preferisco senza!).

 CONTEST

Con questo post partecipo al contest “Happiness is Homemade” di Roberta
di The Dreaming Seed, finalizzato a dimostrare che in meno di mezz’ora anche
chi non ha familiarità con la cucina può preparare un piatto appetitoso.

Mi piace questa idea del contest, pensare che ci sono tante blogger
al lavoro su un unico tema. E’ un po’ come essere legati gli uni agli altri.
E allora…buon lavoro a tutti! 🙂