Torta di mandorle ricotta e limone senza farina

united_kingdom_640

Click to translate

Primavera!
Adesso lo possiamo dire.
Avete visto quanti alberi in fiore?
Il cotone lanuginoso con cui i ciliegi avvolgono i propri rami, i delicatissimi fiori bianchi dei peri, il fucsia allegro e impertinente dei pruni e quello più delicato dei peschi.
E la forsythia con il suo giallo abbagliante, le magnolie che hanno già lasciato cadere i fiori di velluto e si sono coperte di tenere foglioline di un verde tenue e brillantissimo, i piccoli anemoni che spruzzano i prati di colori sgargianti.
E cosa dire della molle cascata dei glicini vezzosi, che da pergole e balconi ricadono sui passanti richiamando sguardi carezzevoli e suscitando sorrisi appena accennati?

primavera-48

primavera-32

primavera-46

primavera-41

Un tripudio di colori che anno dopo anno mi lascia stupefatta e incredula per la grazia e la magnificenza della natura.
Una commozione continua, una sorpresa dietro l’altra, quando ogni aiuola di città nasconde un tesoro, ogni scorcio di campagna un angolo di paradiso, ogni strada alberata un inno al rinnovamento e alla gioia.
Cammino lieta, frastornata da tanta grazia, sorridendo trasognata ai fiori e ai miei sogni.

Benvenuta primavera!

primavera-38

primavera-50

primavera-39

primavera-40

Per celebrare questa stagione, una torta sofficissima, umida, quasi fondente, che vi lascerà deliziati. Un gusto dolce, fresco e tuttavia intenso.
Niente farina, solo mandorle e ricotta freschissima, visto che questa è la stagione migliore in cui gustarla. Io ho scelto quella di pecora, mi sembrava che sostenesse meglio l’aroma delle mandorle senza lasciare un residuo troppo intenso, ma anche quella vaccina andrà benissimo. Poco tempo per farla e ancora meno per finirla…provare per credere.

torta di mandorle e ricotta senza farina-4

TORTA DI MANDORLE RICOTTA E LIMONE SENZA FARINA

Dosi: 8 persone       Tempo di preparazione: 30 minuti       Tempo di cottura: 1 ora

Questa dose va bene per uno stampo da 20 cm di diametro; io ne avevo uno da 18 per cui ho usato 3 uova e ridotto tutti gli ingredienti in proporzione. La ricetta è tratta da qui.

Ingredienti

  • 300 gr di ricotta di pecora o vaccina
  • 240 gr di mandorle (o farina di mandorle)
  • 200 gr di zucchero
  • 120 gr di burro
  • 4 uova
  • scorza grattugiata di 2 limoni non trattati

Per decorare:

  • 3 cucchiai di mandorle a lamelle
  • zucchero a velo

Procedimento

Frullate le mandorle con 50 gr di zucchero fino a ridurle in polvere.
Con le fruste elettriche, montate per qualche minuto il burro ammorbidito con il resto dello zucchero e la scorza grattugiata dei limoni. Unite i tuorli uno ad uno, poi la farina di mandorle e la ricotta ben sgocciolata. Montate gli albumi a neve e uniteli delicatamente al composto, a cucchiaiate.
Imburrate uno stampo da 20 cm di diametro, versatevi il composto, livellate la superficie con una spatola o il dorso di un cucchiaio e cospargetela con le mandorle a lamelle.
Cuocete a 150°C nel forno ventilato per un’ora circa. Fate la prova stecchino per verificare la cottura ma al centro resterà comunque umida. Lasciatela dentro al forno spento per 5-10 minuti e aspettate almeno un’ora prima di sformarla.
Prima di servire, cospargete di zucchero a velo.

torta di mandorle e ricotta senza farina-6

FLOURLESS ALMOND RICOTTA  AND LEMON CAKE

Serves: 8       Preparation time: 30 minutes      Cooking time: 1 hour

Ingredients

  • 300 gr sheep ricotta (or from cow)
  • 240 gr almond meal
  • 200 gr white sugar
  • 120 gr butter, softened
  • 4 eggs
  • grated rind of 2 lemons

To garnish:

  • 3 tablespoons of almond flakes
  • icing sugar

How to do Whisk together the butter, the sugar and the lemon rind for some minutes.
Add the yolks one at a time and stir until absorbed.
Add the almond meal and the ricotta, drained from its whey.
Whisk the eggs’ whites until white and stable, then fold gently to the mixture using a spoon.
Grease a 20cm/8 inches baking tray with removable bottom and pur in the mixture. Even out the surface, sprinkle with almond flakes and bake at 160° C/ 300° F for about 1 hour. You can test the interior with a toothpick to see if it’s ready but consider that it’s going to remain moist and fluffy.
When ready, turn off the oven and leave it inside for 5-10 minutes. Wait 1 hour before unmould. Sprinkle with icing sugar before serving.

torta di mandorle e ricotta senza farina-7

torta di mandorle e ricotta senza farina-2

Con questa ricetta partecipo al contest di “Sapori di Pasqua e colori di primavera” di Dolcemente inventando

dolcemente inventando

Fagottini di ricotta con composta di fichi

united_kingdom_640

Click to translate

Una delle prime ricette postate, l’ho rifatta di recente e…non mi ricordavo che fossero così buoni!! Grande successo di pubblico, anche tra mamma e babbo che se li sono contesi fino all’ultima briciola e ne hanno ordinata una fornitura per l’autunno…queste sì che son soddisfazioni!
Anche in questo caso, ne ho approfittato per corredare di foto un post che ne era carente…magari piano piano riesco ad aggiornare tutto..
Ecco a voi i fagottini, sofficissimi e dolci…l’ideale per una coccola di prima mattina e per impostare bene la giornata di scuola o di lavoro! 🙂

Fagottini di ricotta e composta di fichi

panelibrienuvole

scroll down for English version

Lo scorso fine settimana sono stata a trovare i miei genitori, che come al solito hanno rimpinguato la mia dispensa fornendomi viveri di ogni tipo. Peccato che tendano ad esagerare un tantinello con le quantità. Forse credono che, pur continuando a dichiarare di vivere da sola, in realtà abbia una famiglia segreta con tre o quattro figli illegittimi…
Che poi conoscono bene la mia naturale avversione verso qualsiasi spreco, per cui avere la dispensa piena di leccornie che non sarò mai in grado di consumare da sola mi crea ansie e nevrosi degne dei migliori saggi psicanalitici.
Dunque, essendomi ritrovata con una quantità abbondante di ricotta, che notoriamente non ha una lunga durata, ho deciso di cercare tra i miei libri di cucina una ricettina veloce per poterla impiegare.
Sono nati così i fagottini di ricotta, caratterizzati da una pasta così soffice che vi sorprenderà al primo morso…

View original post 341 altre parole

Cheesecake alla vaniglia con coulis di ciliegie

united_kingdom_640

Click to translate

Lo ammetto, ho fatto questo dolce soltanto perché volevo scrivere “coulis“!! Nella mia beata ignoranza, non avevo un’idea precisa di cosa fosse, non avendo mai avuto voglia di cercarne il significato (ignorante e pure pigra…qualità vincenti!). Ma adesso lo so. E come capita spesso per le cose che sembrano complesse e raffinate, ho scoperto che la coulis è semplicemente una salsa, e anche facilissima da fare!

cheesecake6

La scelta del cheesecake, invece, è dovuta alla solita scorta di ricotta che devo consumare perché si avvicina alla scadenza (non si capisce perché mi ostini a comprarne così tanta). In realtà è un dolce che ho sempre snobbato un po’, uno di quelli che nella mia testa sono dolci “furbi”, che si fanno da sé, quasi senza cucinare…un’americanata, insomma. E però è giunto il momento di superare certi preconcetti e quindi lo diciamo: il cheesecake è proprio buono!
Ne esistono tante versioni, io ho scelto una delle più fresche: niente panna, Oro Saiwa invece dei Digestive e ricotta al posto del Philadelphia, il che rende il tutto più leggero e meno grasso al palato. E secondo me, ancora più buono. E voi come la preferite?

CHEESECAKE ALLA VANIGLIA CON COULIS DI CILIEGIE

Per la base:

  • 130 g di biscotti secchi
  • 60 g di burro
  • 15 g di zucchero di canna

Per la farcitura:

  • 500 g di ricotta vaccina
  • 120 g di zucchero
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 1 bacca di vaniglia
  • 2 o 3 cucchiai di farina

Per la coulis:

  • 350 g di ciliegie denocciolate
  • 75 g di zucchero a velo
  • 2 cucchiai di succo di limone

cheesecake1

Le dosi sono per 6-8 persone, a seconda di quanto siete golosi. 😉
Sbriciolate finemente i biscotti (io ho usato il mixer) e mescolateli con il burro fuso e lo zucchero di canna. Foderate con questo impasto la base della tortiera che volete utilizzare (che sia adatta al forno: io ho usato tanti stampini di silicone a forma di fiore), compattatelo bene con il dorso di un cucchiaio e mettete in frigo per almeno un’ora.
Con una forchetta lavorate la ricotta con lo zucchero, aggiungete l’uovo e il tuorlo incorporandoli bene e poi unite la farina setacciata. Incidete la bacca di vaniglia in senso longitudinale e poi tagliatela in due o tre segmenti orizzontali. Versate nel composto di ricotta i semini e poi mettete anche i pezzetti di bacca. Mettete in frigo a riposare.
Trascorsa un’oretta versate il composto di ricotta nella tortiera foderata con l’impasto di biscotti e cuocete a 170-180° per 45-50 minuti. Io ho lasciato i pezzettini di bacca di vaniglia all’interno e il sapore non era troppo forte, ma se non volete che i vostri ospiti lo trovino mentre mangiano rimuoveteli prima di versare l’impasto nella tortiera.
Nel frattempo lavate le ciliegie, denocciolatele e mettetele in una padella antiaderente a fuoco medio; dopo qualche minuto aggiungete lo zucchero a velo setacciato e il succo di limone, mescolando con un mestolo di legno fino a farlo sciogliere completamente (bastano 5-6 minuti).
Passate la purea di ciliegie al mixer e poi filtratela in un colino, fino a raggiungere la consistenza desiderata. Io inizialmente l’ho fatta molto densa, ma vi ho aggiunto di nuovo un po’ del succo che avevo lasciato da parte perché la preferivo più liquida.
Fate freddare il cheesecake e poi mettetelo in frigo almeno un paio d’ore prima di mangiarlo. Servitelo, ovviamente, accompagnato da una cucchiaiata di coulis. 🙂

Con questa ricetta partecipo (in extremis!) al contest di Cornetto e cappuccino, nella sezione Dolci monoporzione.

Contest_ricotta