Tarte tatin di cipolle rosse caramellate

united_kingdom_640

Click to translate

E’ sempre meglio omettere qualcosa di buono che aggiungere cose insignificanti” (A. Schopenauer).

Queste parole, tratte da un articolo sull’importanza della brevità e del ruolo delle lacune nella comprensione di un testo, mi hanno molto colpito, tanto che ho deciso di metterle subito in pratica: ecco la ricetta, con pochi fronzoli e nessun orpello.

Ricordate la tarte tatin con i pomodorini caramellati, così estiva, colorata, brillante? Be’, ricorderete anche che mi era avanzata una buona parte della pasta da quiche, che avevo prontamente surgelato.
Cambiano le stagioni, e quella stessa pasta è servita per una nuova tarte tatin salata, stavolta più autunnale: con cipolle rosse caramellate.
Ottima come antipasto o stuzzichino, la potete fare anche in monoporzioni…ma secondo me la teglia grande rende di più dal punto di vista della presentazione. A voi il giudizio…

Tarte tatin di cipolle rosse

TARTE TATIN DI CIPOLLE ROSSE CARAMELLATE

Dosi: 4 persone       Tempo di preparazione: 25 minuti       Tempo di cottura: 30 minuti

Per la pasta da quiche:

  • 220 gr di farina 00
  • 80 gr di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio d’acqua
  • una presa di sale
  • un pizzico di pepe

Per la farcitura:

  • 3 cipolle rosse piccole (o 2 grandi)
  • 2 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 20 gr di burro
  • sale
  • aceto balsamico (facoltativo)

Setacciate la farina, aggiungete il sale e il pepe e unite il burro freddo a tocchetti, lavorando con le mani fino ad ottenere un impasto sbriciolato e fine. Unite l’uovo e l’acqua e continuate a lavorare, impastando velocemente finché il composto è omogeneo. Formate un piccolo panetto, avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per un paio d’ore. Tirate fuori dal frigo 10 minuti prima di usarla.

Sbucciate le cipolle e tagliatele a fette alte circa 1 cm, avendo cura di non rompere o separare gli anelli. Bagnatele con un po’ di aceto di vino bianco.

Ungete con il burro uno stampo a cerniera di 22 cm di diametro, distribuitevi dei fiocchetti di burro, poi posizionate gli anelli di cipolla in maniera concentrica. Cercate di riempire tutta la superficie, tagliando gli anelli in quarti per inserirli negli spazi vuoti tra un anello intero e l’altro.

Stendete la pasta da quiche all’altezza di 3 mm e disponetela sopra alle cipolle, rincalzandola un po’ sui bordi in modo che le contenga (ve ne avanzerà quasi la metà). Bucherellate con i rebbi di una forchetta.

Cuocete a 160° in forno ventilato per 25-30 minuti, finché la pasta non formerà una crosticina leggermente dorata. Togliete subito dal forno e, dopo 10 minuti al massimo, aprite la cerniera e capovolgete in un piatto da portata.

Tarte tatin di cipolle rosse

RED ONION TART TATIN

Serves: 4       Preparation time: 25 minutes       Cooking time: 30 minutes

For the crust:

  • 220 gr all-pourpose flour
  • 80 gr butter
  • 1 egg
  • 1 tbsp of water
  • a pinch of salt
  • a pinch of pepper

For the filling:

  • 3 small red onions
  • 2 tbsp white wine vinegar
  • 1 or 2 tbsp of sugar
  • 20 gr butter
  • salt
  • aromatic vinegar (optional)

Sieve the flour, add salt, pepper and cold butter. Work with your fingers until it resemble crumbs. Add egg and water and keep working until the dough is even. Wrap in plastic and refrigerate for 2 hours. Remove from the refrigeratore 10 minutes before using.

Peel the onions and cut them in rings (1 cm thick). Be careful not to separate the rings. Pour some white wine vinegar over them.

Grease a tart pan with removable bottom with butter, scatter the bottom with tiny pieces of butter and arrange onion rings trying to cover all the surface.

Roll out the dough (about 3 mm thick) and put over the onions, tucking in all around the edge. Pierce the surface with a fork. Half of the dough will exceed. You can use it immediately for an other tart or freeze it and use within 3 months.

Bake at 160°C/320°F per 25-30 minutes, until the crust is golden. Remove from the oven and, after 10 minutes, unmould and turn upside down over the serving plate. If you like, garnish with aromatic vinegar.

Tarte tatin di cipolle rosse

Con questa ricetta partecipo al contest “L’appetito vien tagliando” su Noodloves.it

 Contest

Crostata di farro con zucca, bitto e casera

united_kingdom_640

Click to translate

Prosegue la serie di ricette da pubblicare “prima che sia troppo tardi” e siamo davvero allo scadere del tempo perché la primavera è alle porte!
In realtà, credo che continuerò a mangiare zucca ancora per un po’, data la loro lunga durata dal momento della raccolta e l’enorme produzione dell’orto paterno. Ma per non farmela venire a noia cerco di trovarle forme e vesti differenti.

crostata4

La base di questa torta salata è una sorta di briseè con olio extravergine d’oliva al posto del burro (e in minor quantità) per la quale ho preso ispirazione dalla carissima Silvia, che ne sa una più del diavolo: in questo modo il gusto è molto più intenso e profumato ma meno pesante per il palato e per lo stomaco.
Per il ripieno, ho pensato di dare un tocco strong alla sempre mite zucca, mettendo dei dadini di due formaggi tipici lombardi: il delicato casera (già sperimentato qui) e il bitto, dal sapore più forte e amarognolo.

CROSTATA DI FARRO CON ZUCCA, BITTO E CASERA

Per l’impasto:

  • 200 gr di farina di farro
  • 60 gr di olio extravergine d’oliva
  • acqua q.b.
  • sale

Per il ripieno:

  • 250 gr di polpa di zucca lessata
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di fecola
  • 150 gr di bitto e casera tagliati a dadini
  • 2 cucchiai di mandorle a lamelle

crostata8bis

Setacciate al farina in un recipiente, mettete un pizzico di sale e versate l’olio. Iniziate ad impastare, aggiungendo un po’ d’acqua per lavorare meglio l’impasto. Avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo per un’oretta.
Frullate la zucca (già lessata!) con le uova e la fecola, poi aggiungete i dadini di formaggio.
Stendete l’impasto con l’aiuto di un mattarello, non più alto di mezzo centimetro, e rivestitevi uno stampo da crostata che avrete unto con olio (o ricoperto di carta forno). Versatevi il composto di zucca e infornate a 180°. Dopo 30 minuti, aprite il forno e cospargete la crostata con le mandorle a filetti, poi finite di cuocere per altri 15-20 minuti, o fino a che il ripieno non si sarà asciugato.
Per rendere le mandorle più croccanti potete passarle prima in una padella antiaderente ben calda per 4-5 minuti, muovendole spesso per non farle bruciare, e metterle sopra la crostata a cottura ormai ultimata.

crostata5

Con questa ricetta partecipo al Contest di “Il goloso mangiar sano”

banner-risanala

Cena di lavoro

Le mie cene di lavoro sono molto sui generis (e chi mi conosce, capirà il perchè). A seconda delle volte, può essere un piacevole pasto condiviso con amiche tra chiacchiere e risate, o un interminabile susseguirsi di bocconi scanditi da imbarazzanti silenzi e trite parole di circostanza. L’ultima, per fortuna, era un cena del primo tipo ed ho colto l’occasione per provare questa ricetta con verdure di stagione.

TORTA SALATA DI ZUCCA E CAVOLO VERZA

  • 400 gr di pasta matta (dose con 250 di farina)
  • 300 gr di zucca gialla
  • 200 gr di patate
  • 250 gr di cavolo verza
  • 2 uova
  • 60 gr di emmental grattugiato
  • 150 ml di brodo
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d’aglio
  • timo
  • olio
  • sale e pepe

Pulite la zucca gialla e tagliatela a dadini.
Pelate le patate e fate a dadini anche quelle.
Lavate la verza e tagliaitela a striscioline sottili.
Tagliate lo scalogno finissimo e fate soffriggere in 3-4 cucchiai d’olio insieme allo spicchio d’aglio diviso a metà. Quando lo scalogno è trasparente, togliete l’aglio e aggiungete le patate e la zucca. Dopo 5 minuti unite anche la verza e il timo e aggiustate di sale e di pepe. Infine versatevi il brodo e fate cuocere per circa 30 minuti a fuoco medio, prima con un coperchio e solo alla fine scoperto, per far asciugare il tutto.
Il ripieno delle torte salate a me piace non troppo liscio, in modo che si sentano gli ingredienti ancora un po’ distinti, ma se preferite una farcitura omogenea potete passare il tutto con il minipimer.
Quando il composto si è raffreddato, unitevi le uova sbattute e amalgamate bene. Stendete la pasta con il mattarello, rivestite una teglia da forno e versatevi le verdure. Ripiegate leggermente i bordi verso l’interno e cospargete la superficie con l’emmental grattugiato. Cuocete a 180° per 35 minuti.