Frollini all’olio d’oliva, cacao e rosmarino

E il tema del mese è…BISCOTTI!!!
Tutti i partecipanti dell’MTChallenge saranno felici, ne son certa. A chi mai non piacciono i biscotti?

Io ne sono affascinata, da sempre. Il mio primo libro di cucina (e l’unico, per i successivi vent’anni) insegnava a fare biscotti semplici e al tempo stesso impeccabili, con splendide illustrazioni e guide passo-passo. Avrei dovuto capirlo che era una premonizione.
Quando, appena più grande, andavo a fare compere con mia mamma in città, l’attrazione principale non erano i negozi ma il bar Cristallo, dove ci fermavamo sempre prima di ripartire. L’ingresso, un po’ pretenzioso, era già allora demodè, i soffitti salivano altissimi, la boiserie di legno scuro alle pareti lo rendeva serioso e mi intimidiva. Sulla destra, il bancone delle tentazioni: vassoi di pasticceria secca di tanti tipi che mi attendevano in bella mostra.
La mamma me ne comprava un sacchettino, li sceglievo uno per uno, tutti diversi, con il proposito di riportarne a casa almeno qualcuno. Ma il destino di quei biscotti era segnato: come i dieci piccoli indiani di Agatha Christie, venivano spazzolati uno dopo l’altro, con metodico gusto e intensa soddisfazione.
Ricordo il sapore burroso che velava il palato e la loro dolcezza, con quel pizzico di sale che spingeva a volerne ancora. Le briciole sparse in fondo al sacchetto, la sensazione di leggera untuosità sulla punta delle dita. Una goduria suprema.

Questa passione mi ha accompagnato negli anni, tanto che questo blog pullula di biscotti di tutti i tipi. Le combinazioni sono praticamente infinite e io non mi stanco mai di provarne di nuovi.

biscotti cacao e rosmarino-5

Ma torniamo al dunque. I vincitori, dicevo, quei due genietti di Dani e Juri del blog Acqua e menta, che vi svelano tutti i segreti della pasta frolla, in base delle indicazioni dei più grandi pasticceri.
Perché i frollini sembrano banali, e invece non lo sono.
Avete mai notato quanto possono essere diverse le frolle? Eppure gli ingredienti di partenza sono sempre gli stessi: uova, farina, burro e zucchero. Ma cambiano le proporzioni, le tipologie, i metodi di lavorazione: e il prodotto finale varia di conseguenza.

La sfida comprende 3 categorie: frolla classica, frolla montata e frolla sableè. Per iniziare, ho deciso di provare una frolla che definirei classica, ossia quella in cui si impastano tutti gli ingredienti insieme. Ma, in onore a Dani, che è allergica ai latticini, ho usato l’olio al posto del burro.
La sostituzione non è automatica perché l’olio contiene più materia grassa del burro ma manca di acqua, che quindi deve essere aggiunta in altro modo per ottenere lo stesso risultato. Il sapore finale, e in parte anche la consistenza, saranno diversi da una frolla al burro. L’ideale è usare un olio extravergine di oliva molto delicato o sostituirne una parte con olio di riso, in modo da stemperarne il sapore.

biscotti cacao e rosmarino-1

Per quanto riguarda la tecnica, ho usato il metodo Montersino così come riportato da Juls’ Kitchen. Per poter usare in maniera appropriata l’olio, oltre a proporzionare le quantità rispetto al burro bisogna renderlo simile anche nella consistenza, ossia renderlo più solido e corposo. Il principio usato è quello alla base della maionese, ossia montare i tuorli con l’olio e poca acqua fino ad ottenere un grasso semi-liquido da usare nell’impasto. E’ un metodo semplice, che richiede poco tempo e…funziona!

L’associazione di ingredienti di questi biscotti potrà sembrare insolita, ma cacao e rosmarino si trovano spesso associati nei dolci e mi avevano sempre incuriosito. Adesso so che mi piacciono. L’esito è un biscotto che risulta poco dolce, vagamente aromatico e con una punta di freschezza.

biscotti cacao e rosmarino-8

FROLLINI AL CACAO, OLIO D’OLIVA E ROSMARINO

Dosi: 30-35 biscotti       Tempo di preparazione: 30 minuti       Tempo di cottura: 10′ + 10′

Ingredienti

  • 250-260 g di farina 00
  • 20 g di cacao amaro
  • 100 g di zucchero semolato
  • 115 g di olio extravergine di oliva delicato
  • 40 g di tuorli (circa 2 medi)
  • 20 piccoli aghi di rosmarino
  • un pizzico di sale
  • 25 ml di acqua

Procedimento

Tritate gli aghi di rosmarino al coltello, poi passateli al mixer con lo zucchero fino a tritarli completamente.
In una terrina setacciate la farina e il cacao, mescolandoli.
Montate con il minipimer i tuorli e l’acqua fino ad avere una massa gonfia e spumosa, poi unite l’olio a filo continuate a montare per 3 o 4 minuti. Unite lo zucchero e il sale e mescolate bene con una forchetta, poi versate il composto al centro della ciotola con la farina e impastate con la forchetta. Quando tutta la farina sarà assorbita, rovesciate l’impasto sulla spianatoia e lavorate velocemente con la punta delle dita. E’ essenziale per una buona riuscita non lavorare troppo l’impasto e non riscaldarlo, pena la separazione del grasso in cottura. Avvolgete nella pellicola e mettete in frigo almeno un’ora.

Stendete l’impasto sulla spianatoia infarinata allo spessore di circa 5 mm, ricavatene i biscotti della forma desiderata e disponeteli su una placca rivestita di carta forno. Mettete in frigo per 15 minuti, poi cuocete nel forno statico a 170°C per 10 minuti.

biscotti cacao e rosmarino-2

Note:

  • la dose di farina è leggermente approssimativa perché le variabili sono molto (compresa l’umidità dell’aria) e potreste averne bisogno di poca più o poca meno. Considerate che l’impasto deve risultare ben modellabile e non duro, ma al tempo stesso non troppo untuoso.
  • Dani suggerisce di usare lo zucchero a velo perché più facile da amalgamare al resto, visto che nella ricetta ci sono pochi liquidi. Volendolo frullare con il rosmarino ho pensato che con il semolato avrei ottenuto lo stesso risultato, invece non è venuto proprio come lo zucchero a velo e qualche granellino si vede in superficie.
  • sebbene l’olio venga inizialmente montato con i tuorli, credo che la frolla rientri comunque nel metodo classico, poiché non prevede il montaggio dello zucchero con il grasso prescelto.

biscotti cacao e rosmarino-10

Con questa ricetta partecipo all’MTC n. 56

sfida

54 risposte a "Frollini all’olio d’oliva, cacao e rosmarino"

  1. Stupendi! Penso che abbinamento cacao rosmarino lasci un gusto unico indimenticabile. Complimenti per biscotti, foto, insomma per tutto. E buona sfida…mi sembra di aver capito che non ti fermi qui…..io invece si. A malincuore ma devo….ciaoooooo

  2. Non mi ero resa conto che la sfida fosse già iniziata. E chi ben comincia è a metà dell’opera. Nella grammatica dei sapori rosmarino e cacao stanno molto bene ed insieme ad una confettura di albicocche il duetto diventa un terzetto da leccarsi i baffi 🙂 Buona domenica!

  3. Grazie cara ,è vero i frollini sembrano una preparazione banale in realtà non lo sono per niente,ne prendo un paio per la colazione della domenica,un abbraccio

  4. Questi sapori mi incuriosiscono anche perché credo di non aver mai assaggiato niente che gli somigli. E devo proprio dirtelo la prima foto di presentazione è super 🙂

    • Anche per me era la prima volta che provavo un abbinamento del genere, e sono rimasta soddisfatta, molto più delicato di quel che potessi immaginare.
      Grazie per le foto…ci speravo che fossero venute bene! 😀

  5. Io mi sono unita alla folla ululante dopo aver scoperto che i biscotti erano il tema della sfida del mese 🙂 Ma sai che quando ho cominciato a mettere le mani in pasta, i biscotti erano la cosa che meno ero capace di fare?Col tempo ho imparato, ma adesso sono sicura migliorerò 😀 Il tuo post è utilissimo. Solitamente non aggiungo mai acqua negli impasti con olio. Seguirò il suggerimento 🙂 Bravissima Alice :*

  6. Non sono sono belli, non solo sono ben studiati nell’accostamento dei sapori e l’equilibrio delle consistenze…. ma io mi ci farei una tazzona di latte proprio ora a colazione, bravissima Alice!

  7. Un gran bel biscotto e scatti che mi fanno crepare d’invidia!!!
    Mi piace la frolla al rosmarino, ma pure al timo, idem alla lavanda e recentemente ho provato anche quella alla salvia e alloro.
    Meno male che vivo in orto:))
    Belli spessi i tuoi biscotti, una gioia ad ogni morso.

    • Oddio, in due righe mi hai dato mille idee..tu sei un vulcano! Non vedo l’ora di leggere la tua proposta… 😀
      In genere i biscotti li faccio sottili sottili e poi me ne pento: stavolta mi sono tenuta larga! 😀

  8. Ciao Alice, partiamo col botto, eh? Questa frolla mi sembra davvero ben fatta, l’abbinamento cacao-rosmarino mi incuriosisce e ce li vedo bene anche a fine pasto. Il consiglio di Anna Maria non fa che aggiungere valore a una ricetta ben preparata, con cognizione di causa (d’altronde quando una mangia biscotti da quando ha imparato a camminare… 😉 ) e attenzione ai rapporti tra gli ingredienti. Complimenti anche per le foto! quella “geologica” nella ciotola è affascinante!
    Juri

    • Ciao Juri, anche io ho pensato la stessa cosa, più che a colazione sono perfetti nel pomeriggio o meglio ancora a fine pasto, magari anche con un bel liquore… Lo inserirà nel post come suggerimento di degustazione 😉
      Grazie (e mi piace la definizione “geologica”…si attaglia perfettamente!) 😀

  9. Sei sempre accurata nelle tue ricette e le foto sono sempre più belle ☺️. Questa del cacao e rosmarino ancora non l’avevo provata ma lo farò certamente

  10. Io sono della famiglia del biscotto al burro ma devo dire che questi sono proprio invitanti….del resto la tentazione di assaggiare le cose nuove è sempre dietro l’angolo e tu sei il mio guru dei biscotti. Da quando li ho visti sono con occhi chiusi cercando di immaginare il rosmarino con il cioccolato. Pensavo addirittura di passare questo giro ma quasi quasi vedendo i tuoi mi sa che mi rimangio la debolezza !!

    • Era tanto che volevo provare una frolla all’olio e Dani mi ha finalmente dato la spintarella che mi serviva. Sono molto contenta perché ho provato una tecnica nuova e anche il sapore mi è piaciuto, non smaccato, molto delicato al contrario di quanto temevo. E tu non puoi assolutamente saltare! Voglio vedere quale meraviglia tirerai fuori!

  11. Parto dal metodo: i biscotti con la maionese sono diffusissimi nei Balcani. Mia suocera ha una ricetta che risale a non so quanti anni fa, datale da una signora russa, che per anni non avevamo preparato perche’ irretite dall’ingrediente. Quando poi abbiamo iniziato a scorporare la “maionese” nei singoli componenti, ecco che le paure si sono sedate e da allora si va di questo metodo, che e’ perfetto per i biscotti all’olio. Onestamente, non mi sentirei di chiamarlo classico, ma anche montato e’ un azzardo: prendiamolo come una delle tante eccezioni alla regola che vigono in pasticceria, consideriamolo piu’ che valido ai fini della sfida e godiamoci questi biscotti, che coniugano eleganza e ruvidezza, come si conviene ad un dolce che ha l’olio d’oliva come protagonista.
    Ottimo inizio… di quelli che ti fan venir voglia di aspettare anche le puntate successive :’)
    Bravissima, come sempre!

  12. Bellissimo tutto dalle foto alla ricetta…mi incuriosisce moltissimo l’abbinamento rosmarino cacao, alla prima occasione lo devo provare!!

    Un abbraccio
    Monica

    • Grazie Monica! Credo che li troverai molto delicato, i due sapori si fondono senza che uno prevalga sull’altro e alla fine ne esco qualcosa di insolito (almeno per me). Ricambio l’abbraccio 🙂

  13. Vedere i tuoi dolci e le tue creazioni é sempre un piacere. Devono essere davvero gustosi e friabili. Faccio il tifo per questi biscotti. Adoro il rosmarino il suo profumo é cosí invitante che lo userei x cucinare qualsiasi cosa se potessi! Con il cacao e la frolla all’olio mi pare galattico!

  14. I tuoi post ci calano sempre in atmosfere bellissime, me li sono figurati quel bancone e quel sacchettino di biscotti. Poi arrivano le tue foto, che adoro, e un accostamento insolito e molto aromatico. Bravissima Alice, me li hai fatti con l’olio e non potrò che provare a rifarli, mi ispirano tantissimo!! Mi sa che non saranno la tua unica proposta e attendo con grande curiosità la prossima!! 🙂

    • Grazie Dani! Per le tue parole e per avermi dato l’input per provare la frolla all’olio, che avevo in mente da molto tempo. Ne sono decisamente soddisfatta, io che non amo particolarmente il gusto burroso (al contrario di quando ero piccola). Ho in mente almeno un’altra proposta che conto di realizzare al più presot. Inutile ripetere che con questa sfida mi sono proprio entusiasmata! 😀

  15. Mi sembra di vederti, tu e il tuo sacchettino di biscotti.. Anche per me il cibo e’ ricordi ed emozioni, ed i tuoi frollini sembrano perfetti per ricordare ed emozionare.
    Ciao.

  16. Bellissima idea, rosmarino e cacao, davvero chic!
    Per la frolla all’olio montersino style l’ho fatta anch’io, e mi ha dato le sue soddisfazioni, infatti avevo pensato di usarla anche io per la mia proposta all’olio. Ovviamente farò qualcosa di diverso dai tuoi, ça va sans dire.
    E poi foto bellissime, quella scatolina è stupenda e perfetta come ambientazione.
    p.s. ma come mi ha fatto piacere incontrarti l’altra sera! bisogna bissare. dai… un giorno fissiamo e prendiamoci un caffé alla pasticceria stefania, visto che abbiamo scoperto che siamo così vicine.

    • Ciao Gaia! Grazie! Sono contenta di aver provato questa frolla, è molto diversa da quella al burro ma per me forse anche più buona perché meno stucchevole.
      Anche a me ha fatto molto piacere e pensavo la stessa cosa! Ci sentiamo su messenger e fissiamo, con molto piacere 🙂

  17. Ho capito, dopo aver letto l’altro post ed ora questo o mi metto a studiare o i frollini li vado a comperare 😦 Rimpiango l’entusiasmo e la voglia che avevo un tempo di mettermi allaprova… Anch’io spero che, prima o poi, tu vinca, te lo meriteresti prorpio, per lo studio, la perfezione, la ricerca e, non ultime, le foto. Se un giorno dovesse succedere sarei proprio curiosa di scoprire cosa proponi e parteciperò anch’io, privatamente, accantoalcamino 🙂

  18. Grazie Libera! Effettivamente di voglia di sperimentare ne ho…almeno per quanto riguarda i biscotti! 🙂 E anche per le foto però!
    Purtroppo facendole solo con la luce naturale sono molto soggetta all’arbitrio del tempo…e non sempre la luce è quella che vorrei! 😉

  19. Carissima, davvero ben fatti e secondo me anche interessanti dal punto di vista del sapore. Adoro i biscotti classici all’aspetto ma che lasciano un retrogusto inaspettato quando li assaggi. Un abbraccio, Lidia

  20. Davvero un ottimo abbinamento!!! in campagna ho una siepe lunghissima di rosmarino…inizio a prendere qualche appunto, visto che pure l’olio non mi manca affatto. Eccezionale, faccio il tifo per te ❤

  21. Pingback: Baci al lampone con crema al lime | panelibrienuvole

  22. Pingback: Baci al lampone con crema al lime – Panelibrienuvole

Lasciate un commento...alimentano il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...